Trek e Mare

Il Mare da Altri Punti di Vista

TREK E MARE

Un modo nuovo e diverso di vivere il mare, lontano da spiagge affollate, code e ressa.

Camminare su percorsi e sentieri che la maggioranza delle persone non considerano e che ci permettono di raggiungere angoli nascosti di suggestiva bellezza con visuali e sguardi sul mare o sulla natura circostante.

Mare e Montagna in un connubio magico…. trekking su percorsi isolani o costieri, sulle creste, ma sempre vicini al mare che ci fanno vivere cambi continui di prospettive e panorami che variano ad ogni curva.

Lo sguardo correrà dalla natura più selvaggia, ai villaggi litoranei o del vicino entroterra, all’immensità del mare tra faraglioni, grotte e calette. Le proposte con vari gradi di impegno ci permetteranno di ammirare paesaggi e panorami per poi raggiungere il litorale dove i bagni in acque cristalline e le spiagge la fanno da padroni.

A tutto questo non manca mai il corollario dedicato con attenzione alle gastronomie locali e alle peculiarità storico culturali dei luoghi.

Consigli per la pratica del Trekking

Il periodo di svolgimento è quello estivo ma specialmente a inizio e fine stagione o in caso di maltempo è bene prevedere anche qualche capo leggermente più termico.

Per le camminate in questi contesti le magliette tecniche sono ideali, sono traspiranti e asciugano rapidamente.

Prevedere una maglia a manica lunga in caso di maltempo o vento

Una giacca impermeabile e anti-vento (detto anche guscio, utilizza membrane tipo Goretex o similari); è il capo che si utilizza in caso di vento o maltempo ma è anche utile in eventuali trasferimenti in barca. Sono capi leggeri che una volta ripiegati occupano poco spazio nello zaino.

Una valida soluzione per quel che riguarda i pantaloni è quella dei capi che presentano la parte inferiore separabile, molto utile in caso di sentieri che si snodano all’interno della macchia mediterranea dove la parte inferiore protegge le gambe.

Calze in materiale tecnico e traspirante sono consigliate rispetto alle calze in cotone.

Zaino con conformazione ergonomica e con fascione ventrale; la capacità di circa 25-30 litri è adatta per un’escursione giornaliera.

Calzature: gli scarponcini sopra la caviglia sono idonei nel caso di escursioni leggere ma sono valide anche calzature basse con suola adatta all’escursionismo.

Coprizaino, nel caso di pioggia.

Bastoncini telescopici (secondo gradimento)

In questa sezione diamo dei brevi suggerimenti generali e l’aggiunta di accessori che evitano a volte situazioni sgradevoli.

Le escursioni a tema trek e mare prevedono quasi sempre la possibilità di fare dei bagni in mare; portare il costume da bagno, il telo da mare ed eventualmente delle scarpette adatte ad entrare e uscire dall’acqua in zone scogliose.

Da considerare l’utilità di un ricambio nello zaino (maglia), utile sia in caso di sudorazione che di eventuali situazioni umide o bagnate

Portare un copricapo che svolga una funzione protettiva dal sole.

Munirsi di occhiali da sole con fattore di protezione 3 (lo si trova indicato su ogni occhiale e va da 1 a 4).

La crema protettiva (attenzione al fattore di protezione) e lo stick per le labbra, necessari per la protezione dai raggi uv durante le attività.

Molto importante il contenitore per i liquidi; prevedere almeno quello da un litro e in caso di attività con temperature elevate aumentare la quantità a due o più litri aggiungendo magari alla bevanda dei sali minerali.

L’aspetto relativo al cibo è molto soggettivo e va inquadrato secondo le proprie esigenze e gusti. Considerando che le cene sono sempre presso le strutture che ci ospitano e quindi il cibo di cui parliamo è quello inerente ai pasti durante le uscite, consigliamo di valutare quanto e cosa si porta tenendo conto che un peso eccessivo dello zaino può condizionare negativamente l’escursione. Opportuno valutare quantità, pesi e misure e considerare l’opzione delle barrette energetiche che hanno il vantaggio di occupare poco spazio e di fornire l’adeguato apporto energetico. In caso di alimenti tradizionali, sono da preferire quelli ricchi di carboidrati.

Parti con noi