Cammino di San Francesco del Sud

EBIKE NELLE TERRE DELLA SIBILLA
26 gennaio 2019
TREKKING NEL CUORE DEL PARCO NAZIONALE DELLE FORESTE CASENTINESI
TREKKING NEL CUORE DEL PARCO NAZIONALE DELLE FORESTE CASENTINESI
30 gennaio 2019

22 – 27 settembre 2019

Attraversare e conoscere la Valle Reatina denominata dai pellegrini Valle Santa, una delle tre “patrie” di San Francesco

 

San Francesco compì nella Valle Reatina tre gesta fondamentali:

  • il primo Presepe della Cristianità nel 1223;
  • ivi scrisse la Regola definitiva dell’Ordine;
  • e il Cantico delle Creature.

dopo tutto ciò, questa valle, venne chiamata dai pellegrini la VALLE SANTA.

Una bellissima valle circondata da colline e monti, una pianura fertile e rigogliosa, un vero gioiello per la coltivazione di pregiati prodotti agricoli.

Nel dicembre del 2003 venne inaugurato il Cammino di San Francesco del Sud, un grande itinerario tematico sui luoghi francescani, e noi vi proponiamo un percorso ad anello in 6 tappe per la Valle Santa, con partenza da Terni, visitando la Basilica di San Valentinoprotettore degli innamorati – per toccare l’antico paese di Stroncone, per giungere dopo un percorso panoramico il Santuario di Greccio con visita la Santuario e annesso Museo dei Presepi. Attraverseremo l’altopiano Reatino, che su mulattiere e sentieri sino a Fonte Colombo e visita alla Cappella Maddalena.

Percorrendo una magnifica lecceta si scende a valle sino a Rieti, sino al Santuario della Foresta, Santuario di Poggio Bustone, successivamente si giunge a sul tetto del nostro anello si arriva al Faggio di Rivodutri, la forma protettiva è secondo devozione popolare attribuita ad un miracolo.

Di nuovo lungo mulattiere e silvopastorali, si giunge al paesino di Labro e di qui al Lago di Piediluco per un bagno. Si conclude il percorso ad anello con l’osservazione dall’alto delle Cascate delle Marmore e un avvicinamento all’area archeologica sul Nera per poi giungere a Terni.

(foto per gentile concessione di Sue Ellen Da Pont)

  • 6 giorni, con la mente e con il cuore, sui passi di Francesco;
  • piccoli oratori, o le grotte, che sono poi diventati Santuari;
  • cercare il Francesco “storico” nell’immenso museo all’aperto della Valle Santa;

1° giorno:  Terni – Stroncone

Ritrovo presso Stazione FS di Terni alle ore 13.00

Tappa breve, concepita per essere iniziata nel primo pomeriggio, utile a chi entra nel cammino usando il treno oppure ha raggiunto Terni con mezzi propri.

Si traversa la città, visitando la Basilica di San Valentino, Patrono di Terni e protettore degli innamorati, proseguendo sulle colline a Sud-Est della città. La strada si assottiglia sempre più per cedere il passo a stradine silvopastorali e sentieri, sino all’abitato di Stroncone, antico paese cinto da mura oggi confinante col Lazio.

>Tappa da km10   Dislivello +600 -280

2° giorno: Stroncone – Greccio [km 11,7]

L’itinerario si inerpica, tagliando i tornanti della strada, sino all’ampia zona di valico denominata “i Prati di Stroncone”. Di qui si ha la prima visione panoramica sugli ampi spazi della “Valle Santa”. Si scende quindi al Santuario di Greccio, dove Francesco instaurò l’uso, che si è protratto sino ad oggi, del Presepe. Visita al Santuario e all’annesso Museo dei Presepi.

>Tappa da km 11,7   Dislivello +750 -530

3° giorno: Greccio – Fonte Colombo

Una lunga discesa ci porta a raggiungere l’Altopiano Reatino, intorno al quale si svolge l’intero itinerario. Dopo un breve e trafficato tratto asfaltato, si risale quindi, su mulattiere e sentieri, sino a Fonte Colombo, il Santuario dove San Francesco subisce la cauterizzazione di parte del volto.

Visita al Santuario e soprattutto alla Cappella della Maddalena, al Sacro Speco, sopra il quale è stato poi edificato il piccolo Oratorio di San Michele Arcangelo, cui Francesco era particolarmente devoto.

Il viaggio prosegue traversando la magnifica lecceta del Santuario, che scende fino a valle e di qui a Rieti.

>Tappa da km 24  Dislivello +870 -1.100

4° giorno: Rieti – Foresta – Poggio Bustone – Sacro Speco

Traversiamo Rieti, e, prevalentemente su asfalto raggiungiamo il Santuario della Foresta. Qui Francesco sostò per riprendere le forze prima della cauterizzazione. Visitiamo il Santuario e il suo Speco guidati da uno dei ragazzi di “Mondo X”, che qui hanno fatto una scelta di totale isolamento. Proseguiamo, traversando prevalentemente su sentiero la Foresta, sino a Cantalice, paese arroccato sulle pendici della collina, il cui abitato non è percorribile in macchina. Riprendiamo un bel sentiero nel bosco che, con erta salita finale conduce al Santuario di Poggio Bustone, il luogo da cui tradizionalmente inizia la predicazione dei Francescani. Altri 200 metri di salita ci condurranno sino al Sacro Speco di Poggio Bustone, intorno al quale è stata edificata una cappella.

>Tappa da km 21,5   Dislivello +1.230 -930

5° giorno: Poggio Bustone – Faggio – Piediluco

Usciamo da Poggio Bustone per inerpicarci, prima su stradine e mulattiere, poi per ripido sentiero, sul “tetto” nel nostro anello, il Faggio Di Rivodutri, la cui forma protettiva è attribuita a un miracolo dalla devozione popolare. Inizia quindi la lunga discesa, su mulattiere e silvopastorali che, tra magnifici panorami ci porterà sino all’abitato di Labro, ristrutturato ed abitato prevalentemente da artisti. Di qui, al Lago di Piediluco, per un bagno rinfrescante.

>Tappa da km 19,6   Dislivello +815  -1.250

6° giorno: Piediluco – Marmore – Terni

Un breve tratto di statale, costeggiando il Lago, ci immette nel bel sentiero rivierasco che ci conduce sino all’origine della cascata delle Marmore. Coordinando l’orario del gruppo con quello dell’apertura, potremo godere, dal basso, della vista della cascata. Di qui un sentiero, oltrepassata un’area archeologica sul Nera, ci riporta a Terni.

>Tappa da km 13   Dislivello +380  -640

 

Totale km 98 – Cammino San Francesco Sud – l’Anello della Valle Santa.

 

*NOTE

Nel pacchetto abbiamo previsto il trasporto del bagaglio più pesante, con trasporto da un alloggio all’altro a cura dell’organizzazione, questo consentirà al camminatore di portarsi dietro il minimo indispensabile per la giornata.

Come tutti i Cammini a lunga percorrenza, anche questo propone di necessità alcuni tratti su asfalto. Si tratta principalmente degli avvicinamenti ed uscite dai centri abitati, e, in secondo luogo, di vie secondarie, a bassa intensità di traffico.

A volte, anche – per brevi tratti – di strade ad alta densità di traffico, la Guida precede il gruppo di una cinquantina di metri con una bandiera arancione ad alta visibilità, garantendo così la sicurezza del gruppo.

Le camminate che vi proponiamo sono adatte a tutti coloro che hanno una buona preparazione, dedicate ad escursionisti e praticanti di nordic walking.

Le tappe del Cammino sono 6 con una media di 15-19 km giornalieri fino 21 km giornalieri con la tappa più lunga.

Nel pacchetto abbiamo previsto il trasporto del bagaglio più pesante, con trasporto da un alloggio all’altro a cura dell’organizzazione, questo consentirà al camminatore di portarsi dietro il minimo indispensabile per la giornata.

Alcune tappe presentano dislivelli di media difficoltà, si richiede quindi una buona preparazione, suggeriamo di partecipare a tutti coloro che hanno abitudine all’attività motoria e al cammino.

L’anello presenta percorsi su mulattiere, silvopastorali, sentieri, boschi e su tratti di asfalto specie per gli avvicinamenti ai centri abitati.

Trattasi di viaggio itinerante e l’alloggio sarà in Hotel 3 stelle o in ex-strutture religiose restaurate e convertite.

IN AUTO:

  • da Roma (50 minuti circa): Autostrada del Sole A1 direzione Firenze – Uscita Orte – S.S. n. 3 Flaminia direzione Ancona – Uscita Terni Ovest
  • da Milano: Autostrada del Sole A1 direzione Roma – Uscita Orte – S.S. n. 3 Flaminia direzione Ancona – Uscita Terni Ovest

oppure

  • Autostrada del Sole A1 direzione Bologna – a Bologna prendere l’Autostrada Adriatica A14 direzione Ancona – Uscita Cesena Nord –  Superstrada E45 Cesena – Orte – Raccordo Orte-Terni – Uscita Terni Ovest

IN TRENO:

Linea Roma – Ancona: scendere alla stazione di Terni
Linea Roma – Firenze: scendere alla stazione di Orte quindi prendere la coincidenza per Terni.