IL GARDA TRENTINO E ARCO DI TRENTO eBike – Pedalare tra il Lago di Garda, castelli e borghi medievali

TREKKING ISOLE EGADI (SICILIA): FAVIGNANA - MARETTIMO - LEVANZO
TREKKING ISOLE EGADI (SICILIA): FAVIGNANA – MARETTIMO – LEVANZO – Le più belle isole d’Italia
8 febbraio 2018
IL MONTE GRAPPA, LA PRIMA GUERRA MONDIALE E I BORGHI VENETI
IL MONTE GRAPPA, LA PRIMA GUERRA MONDIALE E I BORGHI VENETI
20 febbraio 2018

da marzo a novembre

Pedalare tra il Lago di Garda, castelli e borghi medievali

La bicicletta a pedalata assistita (eBike), un mezzo che permette a tutti di viaggiare su due ruote scoprendo le bellezze di questa magnifica area geografica. E’ questo il filo conduttore di questa vacanza ad Arco di Trento e del Garda Trentino. Una imprevista “oasi marina” tra le Alpi e la pianura padana: il paesaggio del Garda Trentino è dominato dal Lago di Garda e arricchito da una piccola costellazione di laghi minori, come quelli di Tenno e Ledro.

Gioielli naturali come la Cascata di Varone, i pozzi glaciali delle Marmitte dei Giganti di Nago, il Bosco Caproni di Arco o l’ Arboreto di Arco caratterizzano il paesaggio, circondato da corone di monti che proteggono la valle dal gelo proveniente dal nord Europa, assicurandole in ogni stagione il clima mediterraneo per cui è famosa.

Arco di Trento è rinomata come località dall’aria pulita e dal clima mite oltre alla posizione panoramica sul Lago. L’Arciduca Alberto d’Asburgo realizzò ad Arco la propria residenza invernale, ornando la città con parchi e giardini, eleganti ville liberty e bellissimi palazzi. Il Castello di Arco, una delle fortezze medievali più belle e suggestive di tutte le Alpi, fu costruito dai conti d’Arco sulla cima di una torre rocciosa, che domina la piana del fiume Sarca e offre un panorama di indiscutibile fascino. Dalla città una pista ciclabile porta direttamente al Lido di Arco. Il fascino del lago e dei suoi splendidi dintorni è senz’altro accresciuto dalla presenza di vecchie mura, affascinanti castelli e antiche torri, bastioni e fortificazioni, signorili palazzi, suggestive chiese, borghi medioevali tra i più belli d’Italia e siti archeologici.

L’albergo dove si alloggia si trova a Nago nei pressi di Torbole ed è situato su un’altura rocciosa, sulla via che porta alla valle dell’Adige. Il suo Castello e i forti austro-ungarici (aperti al pubblico) erano punti strategici di sorveglianza della strada principale che dalla valle dell’Adige porta al Lago di Garda. Una piacevole passeggiata tra Nago e Torbole conduce alla visita delle Marmitte dei Giganti, pozzi glaciali dell’era quaternaria.

Tutto questo vissuto pedalando, anche con poca fatica, e divertendosi in compagnia.

Arco di Trento e il Lago di Garda, i borghi medioevali della zona,

le pedalate nella natura, il fascino della eBike,

la gastronomia e il vino locali,

la vegetazione mediterranea con ulivi, limoni e palme,

la vivacità dei borghi, i siti archeologici.

1° giorno

Arrivo in Hotel per le ore 18,00; sistemazione nelle camere.

Briefing con presentazione del programma, cena nel ristorante dell’albergo e pernottamento.

 

2° Giorno

Partenza dall’hotel e tragitto fino ad Arco da dove si raggiunge la frazione di Bolognano e si inizia a vedere il panorama su tutto il basso Sarca e sul lago di Garda nord. Segue quindi la salita del Monte Corno, una bellissima ascesa su sterrato bello e facile da pedalare.

In seguito si arriva in località Monte Velo dove, per chi lo desidera, pranzo o spuntino tipico in un agriturismo locale molto particolare per l’accoglienza familiare e competente.

Ripartenza verso una delle sterrate più belle della zona, molto pedalabile,  ovvero la strada ex sentiero Caproni. La caratteristica di questo percorso è quella di essere una vera balconata su tutto il Garda dove la vista spazia fino a Sirmione e sull’Appennino Modenese a sud. Si prosegue con la discesa verso Troiana e quindi al piano di Arco; ritorno a Nago in albergo.

Cena e pernottamento.

Pranzo al sacco oppure in agriturismo

LUNGHEZZA: 60 Km circa

DIFFICOLTA’: Media

DISLIVELLO: 1.200 mt

 

3° giorno

Partenza da Nago dopo con poca discesa si giunge ad Arco; si prosegue per Massone e per le famose pareti di roccia naturale paradiso dell’arrampicata sportiva denominate “Policromuro”. L’itinerario prosegue in località Pianaura dove si possono ammirare i castagni secolari ma soprattutto cogliere la presenza preistorica con i graffiti in roccia paleolitici; salita seguente verso il borgo antico molto suggestivo di Braila Alta e prosecuzione con diversi saliscendi verso localita’ “Casina” dove è possibile fermarsi ad assaggiare le fragole e i lamponi di loro coltivazione. Ripreso a pedalare ci si inoltra in leggera ascesa verso il passo S.Udalrico con la via Crucis con capitelli scolpiti a mano nel legno, passaggio alle Coste e discesa verso il lago di Cavedine con vista sulle Dolomiti di Brenta. Suggestivo il passaggio dalle famose Marocche di Dro (sono dei lasciti del ghiacciaio quaternario) e possibilità di vedere a fianco del percorso, le orme pietrificate dei dinosauri. Con la discesa verso la ciclabile che porta al Garda si arriva quindi ad Arco e si risale a Nago in albergo.

Possibilità di tempo libero per la visita ad Arco di Trento.

Pranzo al sacco

LUNGHEZZA: 65 Km circa

DIFFICOLTA’: Facile

DISLIVELLO: 1.000 mt

 

4° giorno

Dopo colazione partenza dall’hotel in direzione Arco e con la ciclabile verso il lago di Garda si costeggia per un breve tratto il bellissimo fiume Sarca che nasce dal ghiacciaio dell’Adamello. Raggiunto Torbole con l’affascinante ciclabile a sbalzo sul lago nel passaggio da Riva del Garda, si giunge a Varone dove si trova la suggestiva cascata nell’orrido del torrente Varoen; quindi attraverso un uliveto che porta a Deva con vista su tutto il lago nella parte settentrionale, per scendere quindi a Tenno e al cospetto del castello omonimo.

Il percorso prosegue toccando  Ville del Monte, Monte Calino e Rifugio San Pietro dove ci si può fermare per un piatto tipico trentino; il tutto con vista meravigliosa sul lago di Garda. Ritorno verso Arco passando da una olivaia con piante secolari e con discesa molto divertente con continui e facili tornanti per entrare in Varignano una delle belle frazioni del comune. Breve risalita a Nago per giungere in Hotel.

La sera prima di cena, per chi lo desidera, giro ad Arco con aperitivo nella piazza centrale, meta comune di centinaia di bikers.

Pranzo al sacco o al rifugio S.Pietro

LUNGHEZZA: 50 Km circa

DIFFICOLTA’: Media

DISLIVELLO: 1.200 mt

 

5° giorno

Dopo la colazione, check out e partenza dall’Hotel per l’escursione di mezza giornata “Da lago a lago”. Discesa verso Torbole dalla bellissima strada panoramica delle “Busatte” con vista a 360° sul garda trentino. Giunti a Torbole, percorreremo tutto il bellissimo lungolago che porta a Riva del Garda, dove inizieremo a salire per un sentiero sterrato verso la valle di Ledro. Questo sentiero è il famosissimo sentiero del “Ponale”, noto in tutta Europa per la sua straordinaria bellezza ed unicità, è facile da pedalare e offre la possibilità di ammirare scorci mozzafiato e grande sarà la voglia di fermarsi ogni 10 minuti per scattare foto. Dal Ponale arriveremo sulla facile ciclabile che conduce all’abitato di Pré. Da qui, tramite la ciclabile arriveremo a Molina di Ledro e all’omonimo Lago di Ledro. Molina è importante per le scoperte palafitticole, infatti oltre alla visita al grazioso museo delle palafitte è possibile ammirare i vecchissimi pali di sostegno delle palafitte conficcate vicino alla riva del lago.

Da Molina si procede costeggiando il lago su una strada panoramica e facile a picco sul lago, che nelle belle giornate diventa di color smeraldo, fino a  Bezzecca, famosa per la storia di Giuseppe Garibaldi che proprio in questo paese disse la celebre frase “obbedisco” e si prosegue verso la millenaria ed emozionante forra del “GORG d’ABISS”. Da qui si rientra verso il Lago di Garda, con una discesa facile e divertente, panoramica al 100%, ripercorrendo il “Ponale” ed è d’obbligo una fermata sulla terrazza panoramica prima di percorrere gli ultimi 3km che portano a Riva del Garda gustando una buona e fresca birra che diventa poesia con un panorama unico come quello che si può ammirare da questa posizione. Gli ultimi 3 km in salita ci riporteranno di nuovo all’hotel da dove si rientrerà ai luoghi di origine.

Pranzo al sacco

LUNGHEZZA: 65/70 Km circa

DIFFICOLTA’: Facile

DISLIVELLO: 1.000 mt

Le attività cicloturistiche proposte con biciclette a pedalata assistita, sono adatte a tutti, neofiti o praticanti esperti di ciclismo fuoristrada. Le E-Bike permettono anche a chi non ha un allenamento specifico di affacciarsi a questa attività; si richiede solamente un minimo di abitudine all’attività motoria e la capacità di guidare una bicicletta su strade sterrate con brevi tratti sconnessi.

In auto:

autostrada del Brennero fino a casello di Rovereto Sud, poi su strada SS240 fino a Nago.

Mezzi pubblici:

con treno fino alla Stazione ferroviaria di Rovereto, dopodichè con autobus fino a Nago; per info e biglietti autobus: http://www.ttesercizio.it/

-Per informazioni:  contact@dimensioneattiva.it

-I percorsi verranno svolti secondo programma solo se le condizioni ambientali lo permetteranno, nel caso fosse necessario verranno proposte escursioni e attività alternative.

-Durante le attività con le biciclette è obbligatorio l’utilizzo del casco

-La proposta si svolgerà al raggiungimento del numero minimo di persone iscritte; qualora il numero minimo non venga raggiunto la quota versata verrà interamente rimborsata.

-La proposta potrebbe essere svolta, a discrezione degli organizzatori, anche qualora il numero minimo non venga raggiunto, solo con l’assistenza e l’accompagnamento della guida locale.

-Il programma potrà subire variazioni a seconda delle condizioni ambientali a insindacabile giudizio delle guide.

-Attrezzatura suggerita: per maggiori dettagli clicca qui clicca qui

Un evento “Dimensione Attiva

-Organizzazione tecnica di Geosfera Viaggi – gruppo Globe Inside srl

COD: ARCOTRENTOMAGGIO2018. Categoria: . Tag: , , , , .