Il nostro Capodanno è differente: Argentario in Trekking

EBIKE CINGOLI IL BALCONE DELLE MARCHE, MONTE SAN VICINO ED ELCITO
EBIKE CINGOLI IL BALCONE DELLE MARCHE, MONTE SAN VICINO ED ELCITO
11 maggio 2019
TOSCANA – Trekking di Pasqua all’Isola d’Elba
9 gennaio 2020

A partire da: € 568,00 IVA inc.

28 dicembre 2019 – 1 gennaio 2020

Monti e panorami marittimi d’autore, l’Argentario e i suoi dintorni, vera oasi naturalistica e storica della Maremma e della Toscana

L’Argentario, l’isola che non è un’isola… nel mare vero del Tirreno.

Trascorreremo un Capodanno differente in un luogo veramente particolare e suggestivo dal punto di vista naturalistico, caratterizzato dai sapori e dai colori del Mediterraneo, con paesaggi tipici del sud Italia pur essendo molto più a nord. Il programma trekking prevede escursioni in un ambiente naturale di prim’ordine con panorami mozzafiato verso la costa e sull’arcipelago toscano e che si svolgeranno sui percorsi tradizionali realizzati dai contadini che in passato coltivavano le pendici di questo promontorio ora invece caratterizzato da boschi. La location in cui si farà base è Porto Santo Stefano, posto a nord dell’Argentario e che insieme alle vicine Orbetello e Porto Ercole, è centro di riferimento per queste zone, dove potremo festeggiare l’arrivo del nuovo anno con la caratteristica “festa in piazza”. A contorno di tutto ciò, si avrà modo di cenare (cenone compreso) in una tipica trattoria locale che si raggiunge con 10 dieci minuti di passeggiata passando per il lungomare di Porto Santo Stefano assaporando l’atmosfera natalizia. Dulcis in fundo non sono da trascurare gli aspetti archeologici della zona, si avrà modo infatti di visitare l’antica città romana di Cosa nei pressi di Ansedonia, testimone degli antichi fasti che caratterizzavano queste aree.

  • Il borgo di Porto Santo Stefano
  • Il borgo di Orbetello
  • Il borgo di Porto Ercole
  • L’antica città di Cosa
  • La Fortezza Spagnola a Porto S.Stefano
  • I forti spagnoli a Porto Ercole
  • I colori del Mar Tirreno
  • I panorami mozzafiato su isole e cale
  • Le escursioni dicembrine senza neve
  • La vegetazione mediterranea
  • La laguna di Orbetello (oasi WWF)
  • La Riserva Naturale Duna Feniglia
  • Capodanno “in piazza”
  • Il cenone “di mare” in trattoria

Escursioni sul Monte Argentario dove visiteremo la natura incontaminata di un Promontorio unico sia morfologicamente che geologicamente con l’antico borgo di Porto Ercole e i suoi forti spagnoli rinascimentali: la Rocca, Forte Stella e Forte Filippo. Le tre giornate di trekking, che si snodano nella macchia mediterranea, nella gariga, lungo le cale e in piccola parte nel centro abitato, godono di panorami spettacolari sulla laguna di Orbetello e sulle Isole dell’Arcipelago.

 

1° GIORNO

Porto Santo Stefano

Arrivo per circa le ore 18,00 presso l’albergo, sistemazione nelle camere, alle ore 19,00 incontro con gli accompagnatori Dimensione Attiva e con i partecipanti, ore 19,30 cena presso il ristorante Lo Sfizio (10 minuti a piedi dall’albergo)

 

2° GIORNO

Porto Santo Stefano, Torre Capo d’Uomo-Olmo-Pozzarello – I Fori

Terminata la colazione si parte direttamente dall’albergo per un classico di chi va per sentieri e che vuol avere la sensazione di essere “altrove”… i “non luoghi” di chi ama attraversare l’ambiente naturale caratterizzato dal mare con viste dall’alto di un colle, cogliendo con questi tratti gli aspetti più selvaggi del Monte Argentario. Belle carrerecce e sentieri con viste a mare ovunque. Rientro in albergo con le auto e successiva cena presso Trattoria Lo Sfizio.

Lunghezza: 13 km circa

Dislivello: 420 m

 

3° GIORNO

Anello delle Torri da Porto Ercole a  Torre Avvoltore, Torre La Ciana

Da Porto Ercole, che raggiungeremo dopo colazione (15 min. di auto), si parte per un giro ad anello che ci consente di attraversare il “Monte” fino al mare, sulla scogliera a falesia e con il tipico procedere dalla macchia mediterranea alla gariga che si staglia sulla costa. Sentiero spettacolare che porta gli escursionisti a godere di viste mozzafiato alternando brevi tratti sterrati ed asfaltati sulla via Panoramica per proseguire sul resto del sentiero che si sviluppa nel suolo calcareo fra bosco di leccio e macchia mediterranea, raggiungendo torre dell’avvoltore e la torre Ciana. Rientro in albergo nel pomeriggio e successiva cena presso Trattoria Lo Sfizio

Lunghezza: 14 km circa

Dislivello: 420 m

 

4° GIORNO
Trekking dei Forti Spagnoli di Porto Ercole e spiaggia dello Sbarcatello

Dopo colazione partenza con le auto per porto Ercole che raggiungeremo in circa 15 minuti. Visiteremo questo antico borgo e le sue imponenti opere di fortificazione (Forte Stella, Forte Filippo, La Rocca) a testimonianza delle dominazione spagnola e fatte costruire dallo Stato dei Presidi. Pur non essendo un percorso tipicamente escursionistico e svolto per sentieri ma bensì per mulattiere e un breve tratto asfaltato, questa giornata è caratterizzata da un bellissimo trekking ad anello che offre spettacolari panorami sul mare toccando anche la spiaggia delle Viste e le fortezze tutt’intorno alle loro imponenti mura.

Rientro in albergo nel pomeriggio e successiva cenone di Capodanno presso Trattoria Lo Sfizio, Festa in Piazza.

Lunghezza: 10 km

Dislivello circa 250 m

 

5° GIORNO

Dopo colazione check-out dall’albergo e partenza per le destinazioni di origine. Per chi lo desidera, con gli accompagnatori di Dimensione Attiva, è possibile trascorrere la mattinata visitando liberamente l’antica città di Cosa che si trova a circa 20 minuti di auto da Porto Santo Stefano.

Le camminate proposte, sono adatte  a tutti, sia ad escursionisti che a camminatori di nordic walking che abbiano un po’ di abitudine e un minimo di allenamento all’attività motoria e a compiere dislivelli medio bassi.

In Auto

Per provenienze dal nord transitando per Firenze oppure da La Spezia/Livorno: raggiungere Grosseto e quindi seguire la E80 in direzione sud fino all’uscita di Albinia-Giannella e dirigersi seguendo le indicazioni verso Porto S. Stefano che si raggiunge in circa 15 minuti dall’uscita.

Per provenienze dalla riviera adriatica del centro:

raggiungere Perugia quindi Siena, poi per SS223 si giunge a Grosseto e quindi seguire la E80 in direzione sud fino all’uscita di Albinia-Giannella e dirigersi seguendo le indicazioni verso Porto S. Stefano che si raggiunge in circa 15 minuti dall’uscita.

Per provenienze dal centro-sud e dalla costa tirrenica:

seguire la E80 in direzione nord fino all’uscita di Orbetello, attraversare il paese e seguire il ponte sulla laguna fino alla costa opposta, quindi tenere la destra per Porto Santo Stefano che si raggiunge in circa 20 minuti dall’uscita.

Esaurito

COD: CAPODANNODICEM2019. Categoria: .